Rete Tre – BAOBAB UP TO DATE – “Fantozzi? Più attuale oggi di allora – Parola di Paolo Villaggio” – 12/11/15

Up-To-Date-Rete-Tre - Per Post Facebook Coniglio 2015-16

Nettune network collabora dal 2014 con Baobab di Rete Tre contribuendo ogni settimana con un inserto di due minuti.

Anche in questa nuovissima Stagione Nettune Network, con le sue 3 Redazioni, sarà presente settimanalmente con l’appuntamento di Rete Tre.

Buon ascolto e don’t miss next events on Nettune.ch!

Baobab Up To Date – “Fantozzi? Più attuale oggi di allora – Parola di Paolo Villaggio”

giovedì 12/11/15 17:00

Difficile, nonostante tutto, scindere Paolo Villaggio dal personaggio che lo ha reso più famoso: Ugo Fantozzi. Il ragioniere più sfigato della storia del cinema, l’impiegato bistrattato con le sue certezze (il lavoro in una grande azienda, un appartamento, una macchina, una famiglia) ma sempre alla ricerca di qualcosa che lo elevi, dia un’inerzia diversa a questa sua esistenza piccolo-piccolissimo-borghese.

Era, il Fantozzi dei libri e dei primi due episodi cinematografici, una caricatura feroce che assemblava tutti i tratti raccolti da Villaggio nei suoi anni da dipendente Cosider. Il comico genovese vestiva allo stesso tempo i panni della vittima e del carnefice: da una parte denunciava lo zerbinamento più o meno coatto a cui si piegavano i colletti bianchi, dall’altra li gettava in pasto al pubblico.

I turni di lavoro esagerati, i megadirettori, le corse ciclistiche aziendali, la moglie Pina con l’alito fognato e l’orribile figlia Mariangela, la signorina Silvani sogno erotico irrealizzabile, l’impossibilità di vedersi la partita in tivù o di godersi le vacanze. Fantozzi ragionier Ugo vive in una condizione di sfiga totalizzante, che ne investe la vita lavorativa, quella affettiva, il tempo libero e via discorrendo fino alla dipartita.


La visione di Villaggio è cinica, rispecchia in parte l’immagine che l’attore dà di sé in pubblico, ma è un punto di vista di cui va ancora fiero, soprattutto perché oggi, nell’epoca delle grandi multinazionali e dei trastulli digitali, si è rivalutata e, anzi, corrisponde ancor di più al vero. Così la pensa Villaggio e forse, la prossima volta che ci ritroveremo nel parcheggio affollato di un grande centro commerciale, così la penseremo anche noi.

Paolo Villaggio sarà a Baobab oggi pomeriggio alle 17.