Rete Tre – BAOBAB UP TO DATE – “Nudi capitolini, l’ironia mette a nudo l’imbarazzo” – 28/01/16

Up-To-Date-Rete-Tre - Per Post Facebook Coniglio 2015-16

Nettune network collabora dal 2014 con Baobab di Rete Tre contribuendo ogni settimana con un inserto di due minuti.

Anche in questa nuovissima Stagione Nettune Network, con le sue 3 Redazioni, sarà presente settimanalmente con l’appuntamento di Rete Tre.

Buon ascolto e don’t miss next events on Nettune.ch!

Baobab Up To Date – “Nudi capitolini, l’ironia mette a nudo l’imbarazzo”

giovedì 28/01/16 17:00

In questi giorni il presidente iraniano Rouhani è in viaggio in Europa. Una serie di incontri con capi di stato e di governo che segnano una nuova fase del rapporto tra la repubblica islamica e i potenziali investitori europei dopo la fine delle sanzoni per il nucleare.

A far discutere, in questi giorni, è l’accoglienza riservata a Rouhani. Oggi, in Francia, quella riservatagli dalle Femen ha fatto parecchio scalpore; in Italia, invece, ha sollevato polemiche la decisione di coprire con delle specie di scatoloni le statue nude dei Musei Capitolini. Questo per non offendere il prestigioso ospite, che in Campidoglio ha incontrato il presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi.

C’è chi ha subito gridato alla sudditanza culturale e chi ha semplicemente fatto presente che ci sono dei protocolli da osservare in modo da evitare spiacevoli incidenti diplomatici. Si segnala anche un rimpallo di responsabilità fra il governo e la soprintendenza dei musei. Dal canto suo,Rouhani ha messo via la cosa come una “questione giornalistica”.

Sta di fatto che la rete ha reagito con ironia, vediamone alcuni esempi. Cominciamo con Davide La Rosa, fumettista, scrittore e sceneggiatore italiano, che sulla sua pagina Facebook ha giocato con la segnalazione di contenuti inappropriati del social network blu:

Sulla pagina Facebook di Let’s Dig Again, web radio che si occupa di archeologia, è comparsa un’immagine che riprende il controverso hashtag #escile, ovviamente qui usato come chiaro invito a “uscire”, scoprire, le statue:

Mentre Matteo Renzi che fa cose, profilo che ironizza su pose ed espressioni facciali del premier italiano, non è andata per il sottile, condividendo questa foto (e sì, sotto la censura c’è un noto e usatissimo sinonimo di organo genitale maschile…):

Un po’ di boccaccesca ironia che ha messo a nudo l’imbarazzo suscitato dalla faccenda.