Percorsi 2021/22

NETTUNE

Network di radiofonia studentesca* (*attività extrascolastica)

settembre 2021 – giugno 2022

Ogni parola (non) detta

NETTUNE è il network di radiofonia studentesca del Canton Ticino. Dal 2017 ha costituito una sua associazione indipendente, coadiuvata da Radio Gwendalyn.

“OGNI PAROLA (NON) DETTA” è il titolo del nuovo progetto di NETTUNE.
I progetti non andati pienamente in porto lo scorso anno scolastico per cause di forza maggiore sono solo stati leggermente ritardati: le difficoltà dettate dal distanziamento e dall’annullamento di eventi non hanno scoraggiato la redazione. Per l’intero progetto NETTUNE la voglia di rinnovamento, il desiderio di reinventarsi e quello di evolvere è stato addirittura rinvigorito. La speranza è che questo nuovo anno scolastico permetta pienamente al network di realizzare i propri obiettivi, grazie alla nuova struttura ideata e presentata già lo scorso anno.

a cura dell’Associazione Analfabeti

Responsabile Associazione: Lena Petrocchi (Liceo di Mendrisio)

Coordinato da Chiara Fanetti (Giornalista culturale RSI) e Pacton Herbert (Radio Gwendalyn)

Coordinamento logistico e tecnico: Camilla Formenti (Liceo di Mendrisio) e Qemal Ibraimi (Radio WOW) 

Supervisione finanziaria: Fabrizio Ceppi (Radio Gwendalyn)


INDICE

  1. Introduzione
  2. Il Progetto
  3. Obiettivi Stagione 2021/2022
  4. I Percorsi
  5. Collaborazioni Radio – “pop-up”
  6. Collaborazioni
  7. Le Radio di Nettune Network
  8. Palinsesto Radio
  9. Zona Copertura DAB+
  10. Applicazione Radio iOS e Android
  11. Workshop
  12. Organigramma 2020/2021
  13. Le messa in onda
  14. Durata progetto
  15. Produzione e contributo proprio
  16. Trasferte e spostamenti
  17. Tecnica del Network
  18. Partner
  19. Biografie coordinatori
  20. Partner Radio Gwendalyn

 

1. Introduzione

Nel corso delle sue precedenti edizioni, il progetto NETTUNE ha sviluppato il suo programma seguendo un tema principale, uno per ogni nuova stagione. Ragazze e ragazzi sono stati chiamati a ragionare sul tema dell’anno, scambiandosi idee ed opinioni tra loro ma anche confrontandosi con l’esterno. Per ogni edizione l’argomento è stato sviluppato costruendo e realizzando puntate, interviste, rubriche e programmi. Il tema è sempre stato sviluppato da loro, con il supporto tecnico e didattico dei coordinatori, e interpretato con il loro personale e unico punto di vista. Lo scopo di NETTUNE è, e sarà sempre, soprattutto questo: permettere ai ragazzi di sviluppare il proprio senso critico, la propria opinione, il proprio sguardo, nel rispetto degli altri, nella forma più consona possibile tramite il mezzo radiofonico.

Arrivato alla sua settima edizione, possiamo affermare che NETTUNE ha raggiunto gli obiettivi per i quali è stato creato, compiendo un percorso ricco di esperienze e soddisfazioni, creando un gruppo redazionale unito e dinamico e sviluppando una rete di collaborazioni ed interazioni con il territorio.

L’anno scolastico 2020/2021 ha rappresentato un banco di prova per gli studenti, anche nel loro impegno radiofonico: hanno saputo tenere vivo il progetto e le redazioni malgrado le difficoltà, hanno continuato a realizzare puntate in diretta e registrate, a distanza ma soprattutto in presenza. Hanno mantenuto alto l’entusiasmo malgrado molte attività pianificate non si siano potute concretizzare a causa della pandemia ancora in corso. In particolare non è stato possibile utilizzare lo studio pop-up, che rappresentava un’importante novità per la loro attività e per la realtà del network. Tuttavia non ci si è lasciati scoraggiare: lo studio pop-up entrerà in funzione quest’anno, speriamo senza intoppi dettati dalla situazione sanitaria. Il processo di rinnovamento del progetto è stato avviato e un anno di “warm-up” ha avuto in ogni caso il pregio di permetterci di riflettere su contenuti e forma, in vista di un nuovo ciclo da cominciare.

__________________________________________________

2. Il Progetto: OGNI PAROLA (NON) DETTA

2.1 Struttura

NETTUNE è nato come network di radiofonia studentesca, sviluppando piccole e operose redazioni all’interno di alcuni licei ticinesi: Mendrisio, Lugano, Savosa, Locarno. Queste redazioni resteranno operative e continueranno i propri percorsi anche in questo nuovo anno scolastico, sempre con il supporto tecnico e didattico dei coordinatori di progetto.

Gli ultimi due anni scolastici hanno evidenziato l’importanza dei rapporti e dei legami sociali, la centralità dell’incontro e della condivisione. Per questo NETTUNE è ancora più convinto nell’esporre quanto già comunicato lo scorso anno: costruire ulteriori ponti e vie di comunicazione e di condivisione tra ragazze e ragazzi è fondamentale, ed è importante che lo sia anche andando oltre la sede dei singoli istituti scolastici, continuando a riunire le redazioni in una diretta condivisa mensile, che si svolge presso gli studi di Radio Gwendalyn (quelle che vengono definite “Puntatone mensili”). Dall’anno scolastico 2021/2022 dunque NETTUNE dovrebbe poter coinvolgere e raggruppare concretamente giovani che provengono da differenti percorsi formativi e lavorativi, diversi contesti e aree di interesse, per realizzare podcast e dirette che si sviluppano intorno ad eventi sul territorio o tematiche specifiche.

Le modalità di lavoro redazionale e di creazione radiofonica di questa edizione si possono così riassumere:

❏  singole redazioni attive nei licei di Mendrisio, Lugano 1 e 2, Locarno

❏  puntate mensili realizzate a redazioni unificate presso lo studio di Radio Gwendalyn a Chiasso

❏  NOVITÀ 2021: podcast realizzati in concomitanza con eventi culturali sul territorio o su tematiche

specifiche grazie ad uno studio radiofonico “pop-up”, portatile, curati da redazioni che si compongono di giovani provenienti da contesti, percorsi e interessi diversi, anche estranei ai licei.

2.2 Luoghi e formati

Lo scorso anno scolastico ci ha visti capaci, come network, di essere flessibili e reattivi alle difficoltà, agli ostacoli, ai cambiamenti dell’ultimo secondo. Per questo, e per il già descritto bisogno di creare ponti e di sviluppare una maggior aggregazione tra giovani provenienti da contesti differenti, quest’anno NETTUNE è particolarmente felice di poter vedere all’opera la sua nuova redazione radiofonica “pop-up”: portatile, adattabile alle esigenze, che si potrà trasportare e allestire in vari luoghi e situazioni. Permetterà ai ragazzi e alle ragazze di spostarsi agevolmente sul territorio, di adattarsi a situazioni diverse senza subire condizioni e cambiamenti ma provando a sfruttare i mezzi a propria disposizione per continuare a dialogare e a comunicare. Questa nuova e aggiuntiva modalità di lavoro permetterà anche una maggiore collaborazione con eventi culturali, spazi di aggregazioni e realtà presenti sul territorio.I luoghi e gli strumenti di lavoro di questa edizione si possono così riassumere:

❏  redazioni presenti nelle aule e negli spazi appositamente creati nelle sedi scolastiche

❏  emissioni in diretta radiofonica per le puntate mensili dallo studio di Radio Gwendalyn a Chiasso

❏  NOVITÀ 2021: una radio “pop-up” portatile, fornita di mixer, microfoni e cuffie, a disposizione dei

ragazzi per spostarsi sul territorio nelle sedi di eventi culturali, in spazi aggregativi, in luoghi legati alla cultura, in altre sedi scolastiche, ecc.

2.2.1 Radio “pop-up”: caratteristiche e funzionamento

Agilità è la parola con cui vorremmo descrivere “pop-up”, avere una strumentazione che possa venire incontro alle esigenze del momento che sia fissa e stabile in un determinato luogo per alcuni giorni, ma anche maneggevole ed itinerante. Questo per dare modo ai giovani di poter essere operativi in pochi secondi e cogliere immediatamente gli eventi che avranno luogo sul nostro territorio.

2.3 Tema annuale: Ogni parola (non) detta

I cambiamenti si possono attuare con serenità soprattutto quando alcuni elementi di una situazione offrono continuità e sostegno. NETTUNE, anche in quest’anno di rinnovamento, propone dunque un tema centrale su cui sviluppare discorsi e riflessioni, proposti e alimentati dai ragazzi e dalle ragazze. Il tema di quest’anno porta il titolo “Ogni parola (non) detta” e condurrà i partecipanti a riflettere sul significato delle parole, sulla scelta che se ne fa, sulla forza che hanno e sul potere che possono avere. Si discuterà del valore dell’ascolto, del valore del silenzio, dell’interpretazione e della sensibilità che le parole richiedono, dell’importanza di esprimere la propria opinione e del fondamentale dovere di ascoltare quella degli altri.

Il tema sarà affrontato in particolare nei percorsi intrapresi nelle puntate mensili che raggruppano le redazioni scolastiche e i partecipanti esterni ma sarà presente anche nelle dirette “pop-up”, in relazione al contesto, che si tratti di un evento culturale, di un luogo o di una tematica precisa.

__________________________________________________

3. Obiettivi Stagione 2021/2022

●  Creazione di una redazione temporanea e modulabile, che coinvolga ragazze e ragazzi provenienti da contesti e formazioni diverse, che parteciperà ad una o più esperienze radiofoniche legate ad eventi o temi

●  Creazione di una radio “pop-up”, portatile

●  Rinnovamento e consolidamento delle radio studentesche già attive

●  Continuità e professionalità delle messe in onda

●  Creazione di workshop sulla radiofonia e sul giornalismo

●  Collaborazione con le reti radiofoniche e gli spazi di creazione della RSI

●  Collaborare con eventi e realtà presenti sul territorio, partecipare attivamente, cercare partner

●  Migliorare la comunicazione con l’esterno, in particolare i comunicati stampa

●  Offrire un’attività culturale extrascolastica che avvicini gli studenti delle scuole superiori alla

comunicazione e arte radiofonica

__________________________________________________

4. I Percorsi

I percorsi seguiranno una sequenza speculare: iniziano e finiscono con la trattazione di un macrotema. Sarà una cartina tornasole per la crescita radiofonica e culturale dei ragazzi: un modo per mettersi alla prova e sperimentare concretamente i punti di forza, raggiunti durante l’anno, e quelli di debolezza su cui concentrare gli sforzi futuri.“OGNI PAROLA (NON) DETTA

Il percorso di quest’anno vuole permettere ai partecipanti di tornare a focalizzarsi su argomenti che si allontanino dalla pandemia e da tutte le fondamentali riflessioni che un evento di tale portata ha chiaramente causato. I ragazzi e le ragazze attraverso questo percorso potranno confrontarsi su argomenti che gli permetteranno di affermare la propria personalissima opinione di individui ma anche di valorizzare le forme di condivisione e azione collettiva di cui fanno parte o che osservano dall’esterno.

Due dimensioni – quello individuale e collettivo – che hanno subìto molte pressioni e molte richieste nell’ultimo anno: vorremmo che NETTUNE permettesse a ragazzi e ragazze di riappropriarsene.

1. Ogni parola (non) detta

Partendo dall’attualità, dai fenomeni sociali, dai discorsi che interessano i ragazzi e le ragazze, vorremmo inviarli a discutere di temi che sono stati al centro di molti dibattiti come il politicamente corretto, la cancel culture, la storia e il significato profondo di alcuni termini, modi di dire, convenzioni sociali. Vorremmo che potessero chiedersi: cosa è legittimo dire? Quanto il contesto influisce sul discorso? Quanto la Storia influisce sui discorsi odierni e sulle parole contemporanee? Quando è necessario che la lingua – parlata e scritta – evolva? Quanto il linguaggio rappresenta individui e società? Su cosa si può o non può ridere? In che modo farlo? Come leggere oggi tradizioni o convenzioni del passato (festività, ricorrenze, monumenti, tributi, toponimi, anniversari, …)? C’è il rischio di derive nell’eccessiva attenzione?

2. Tra il dire e il fare… c’è di mezzo una tastiera

Questo periodo storico sembra molto sensibile al significato delle parole ma anche al significato che ha pronunciarle o il decidere di tacerle. Tacere ha un significato, così come ogni parola o concetto espresso. E ogni azione, intrapresa o meno, comporta conseguenze e responsabilità.

In un periodo storico che ha visto i giovani tornare nelle piazze o che li vede sperimentare nuove forme di attivismo grazie alla rete, vorremmo creare per loro lo spazio di “dibattere sul dibattere”, di lasciarli confrontare sul significato stesso di dibattito, di confronto, di discussione, di scambio di opinione, di diritti e doveri che si hanno nel prendere posizione o meno, per cause o idee, e del farlo utilizzando al meglio un magnifico strumento come il linguaggio.

Vorremmo che i partecipanti potessero discutere anche di temi come la coerenza tra opinioni e azioni; come l’importanza – o l’inadeguatezza – dell’uso dei social media per schierarsi a favore di una causa; come sia necessario conoscere le fonti delle notizie che si condividono per sensibilizzare il prossimo o ancora come comportarsi di fronte a mobilitazioni globali, che siano sul campo o digitali?

3. Linguaggio 3.0

Conosciamo davvero il significato delle parole che utilizziamo? Abbiamo mai avuto dubbi? Abbiamo fatto ricerche o verifiche? Le parole sono più forti delle azioni talvolta, saperne fare un uso corretto apre porte, permette maggior sicurezza nei discorsi, denota intelligenza e secondo noi fa anche bene alla salute! Rifletteremo su alcuni termini e sull’evoluzione che hanno avuto o non avuto ma affronteremo anche altre tematiche come la questione di genere nel linguaggio o il tema della traduzione.

Ai partecipanti sarà chiesto in questo caso non solo di discutere del tema selezionato ma anche di fare ricerche specifiche su alcune parole, su alcune notizie di attualità, su alcuni casi che hanno fatto o stanno facendo discutere l’opinione pubblica.

4. Ogni parola (non) detta 2.0

L’anno si concluderá affrontando ancora una volta il percorso proposto all’inizio del nostro viaggio radiofonico. In questo modo gli allievi avranno l’opportunità di valutare la propria crescita. Come e cosa è cambiato nel corso di questo viaggio? Cosa hanno scoperto di loro stessi e del mondo che li circonda dopo un intero anno scolastico, un anno radiofonico e la partecipazione a diversi eventi culturali e di aggregazione? Un modo per mettersi alla prova e sperimentare concretamente i punti di forza raggiunti durante l’anno e quelli di debolezza su cui concentrare gli sforzi dell’anno a venire.

__________________________________________________

5. Collaborazioni – Radio “pop-up”

La novità principale di quest’anno è rappresentata dalla radio “pop-up”, già illustrata per forma, funzionamento e contenuti. Questa modalità permetterà ai partecipanti di:

–  spostarsi sul territorio

–  diventare parte attiva di eventi culturali

–  incontrarsi tra ragazzi e ragazze di percorsi, formazioni, interessi e provenienze differenti

–  collaborare con realtà culturali e sociali del territorio in modo concreto e attivo

–  realizzare dei workshop specifici con professionisti del settore

Tra le collaborazioni previste, segnaliamo:

❏ Il Film Festival dei diritti umani di Lugano (ottobre 2021)

❏ Lo spazio di creazione digitale WeTube della RSI

❏ Centri giovani del territorio ticinese

❏ Radio Futuro – Emittente movimento sciopero per il clima

__________________________________________________

6. Collaborazioni

● Radio Futuro

La fruttuosa collaborazione con “Radio Futuro” della scorsa stagione, andata in onda mensilmente, non solo ha apportato al nostro progetto nuovi temi da sviluppare in ambito ecologista, ma ci ha dato modo di annoverare tra i nostri speakers giovani provenienti da contesti e formazioni diversi. Una vetrina che ci permetterà di far riflettere sui temi ambientali aiutando a sviluppare, far crescere e migliorare il lavoro radiofonico.

__________________________________________________

7. Le Radio di Nettune Network

●  Radio LiMe è la radio degli studenti del Liceo di Mendrisio. È stata fondata nell’anno scolastico 2009 / 2010.

●  Radio JungleCiani è la radio degli studenti del Liceo di Lugano 1. È stata fondata nell’anno scolastico 2014 / 2015

●  Radio WOW (Ex Radio Cassìs) è la radio degli studenti del Liceo di Lugano 2. È stata fondata nell’anno scolastico 2014 / 2015

●  Radio PoListiroLo è la radio degli studenti del Liceo di Locarno. È stata fondata nell’anno scolastico 2017/2018.

__________________________________________________

8. Palinsesto Radio

Palinsesto Radio LiMe:
La redazione trasmette settimanalmente dal proprio studio nel Liceo di Mendrisio.
Tutti i giovedì dalle 16:30 alle 17:00 e tutti i venerdì dalle 12:30 alle 13:30 viene fatta una diretta dove la redazione sviluppa temi non solo interni alla scuola ma si lega all’attualità cercando sempre nuovi spunti e idee per dare un’informazione giovane e fresca.

Palinsesto Radio JungleCiani:
La redazione trasmette mensilmente dallo studio all’interno del Liceo di Lugano.
Ogni ultimo venerdì del mese dalle 17:30 alle 18:20 viene messa in onda una puntata dove gli studenti possono dare informazioni che riguardano il Liceo e si aprono all’attualità per cercare sempre uno spunto che riesca a legare il mondo giovanile al mondo esterno che li circonda.

Palinsesto Radio WOW:
La redazione trasmette mensilmente dal proprio studio del liceo.
Ogni ultimo lunedì del mese dalle 12:30 alle 13:15 viene messa in onda una diretta dove gli studenti della redazione possono affrontare svariati temi inerenti al Liceo ma con un occhio rivolto verso l’esterno discutendo dell’attualità.

Palinsesto Radio Polistirolo:
La redazione trasmette mensilmente dal proprio studio del liceo.
La redazione produrrà mensilmente un podcast, affrontando temi di attualità e promuovendo le varie attività all’interno del loro liceo.

Diretta mensile:
Una volta definite le date per i percorsi previsti nel progetto, le redazioni unite di Nettune Network si incontreranno presso gli studi di Radio Gwendalyn (Via Livio 16 – 6830 Chiasso) per creare la puntata-percorso mensile affrontando ogni volta un argomento specifico scelto e discusso con i coordinatori del progetto. Oltre al tema portante mensile ci sarà spazio per trasmettere le rubriche create da ogni redazione del Network Nettune.

__________________________________________________

9. Zona Copertura DAB+

Le trasmissione avvengono su web e sul territorio in DAB+.

(DAB+ e mappe) > sorgente http://digris.ch/

__________________________________________________

10. Applicazione Radio iOS e Android

Nettune Network, tramite la sua applicazione che racchiude tutte le radio che offrono lo streaming radio, darà modo ai giovani di poter fruire di tutto il materiale prodotto durante l’anno. Sotto il cappello del Network, l’applicazione permette di ascoltare musica 24 ore su 24 ed è collegata al sito web Nettune Network.
L’applicazione viene periodicamente aggiornata, aggiungendo nuovi canali e funzionalità, questo per stare al passo con i tempi e rendersi ancora più fruibile per i giovani che desiderano non solo solo ascoltare la radio ma anche avvicinarsi a questo mondo.

Potete visionare e scaricare l’applicazione Nettune Network da questi link:

Applicazione Nettune Network per iOS (App Store)

Applicazione Nettune Network per Android (Google Play)

__________________________________________________

11. Workshop

(settembre – dicembre 2021)
Nella prima parte dell’anno scolastico e radiofonico saranno proposti ai partecipanti una serie di workshop fondamentali per la crescita e l’autonomia all’interno della redazione. Ogni workshop aggiungerà un tassello alle conoscenze del mezzo radiofonico ma anche alle capacità espressive e comunicative dei singoli partecipanti, accompagnandoli dal punto di vista tecnico, formale, contenutistico. I workshop saranno condotti dai coordinatori e responsabili del progetto NETTUNE, da relatori esterni selezionati tra professionisti del settore e da ospiti pertinenti alle tematiche affrontate.

Alcuni workshop saranno pensati in relazione al tema dell’anno, altri affrontano argomenti legati al mondo della radiofonia, del giornalismo, della comunicazione e delle molte modalità espressive che abbiamo a disposizione (in particolare la parola, attraverso l’espressione verbale e scritta).

●  Coordinamento dei responsabili ( Herbert Pacton, Radio Gwendalyn e Chiara Fanetti, RSI) Giornata tradizionale dedicata all’incontro con i nuovi responsabili delle radio studentesche per illustrare le novità dell’anno e prepararli alla gestione di NETTUNE 2020/2021. Andranno rispolverate le basi tecniche, analizzati ii percorsi, discuteremo sui pro e contro dell’anno passato, prepareremo la tabella di marcia e le convocazioni, definiremo i gruppi di lavori e vedremo le novità.

●  Basi tecniche + Speakeraggio (Herbert Pacton, Radio Gwendalyn)
Tradizionale e indispensabile primo workshop destinato principalmente ai “nuovi arrivati” in redazione. Fornirà tutte le basi tecniche necessarie alla realizzazione di un contenuto radiofonico: la registrazione, il montaggio, la sonorizzazione. Saranno mostrate le apparecchiature a disposizione di ogni redazione e i software di editing. Inoltre si lavorerà su come impostare una buona qualità dell’emissione e di una registrazione.

●  Workshop legati all’esperienza “pop-up”
La novità di questa edizione – lo studio radiofonico portatile denominato “pop-up” – sarà uno strumento utile anche per lo svolgimento di nuovi workshop. Questa postazione mobile raggiungerà eventi, luoghi e situazioni diverse nel corso dell’anno e il suo scopo è di coinvolgere professionisti del settore della comunicazione, del giornalismo e della cultura per curare workshop di un giorno, anche legati ai programmi di manifestazioni culturali e rassegne. La speranza è di poterne realizzare almeno un paio, incrociando gli impegni dei soggetti coinvolti.

__________________________________________________

12. Organigramma 2021/2022 Le radio di NETTUNE

Massimo 10 studenti per radio: 2 caporedattori e massimo 8 redattori.

●  Radio LiMe – Radio degli studenti del liceo di Mendrisio

●  Radio JungleCiani – Radio degli studenti del Liceo di Lugano 1

●  Radio WOW – Radio degli studenti del Liceo di Lugano 2

●  Radio Polistirolo – Radio degli studenti del Liceo di Locarno

●  Radio “pop-up”

Nuove radio

Per questo nuovo anno NETTUNE si proporrà di contattare altri istituti scolastici per entrare a far parte del network:

● Desideriamo contattare durante i primi mesi della nuova stagione il Liceo di Bellinzona per iniziare a creare un nuovo polo radiofonico. Così da ampliare e coprire il territorio Ticinese. Questo obiettivo era presente già lo scorso anno: a causa della pandemia e dello stop delle lezioni la discussione è stata rimandata all’anno scolastico 2021/2022

Coordinatori progetto: Chiara Fanetti Herbert Pacton

Coordinatori logistica e tecnica: Camilla Formenti (Liceo di Mendrisio) e Qemal Ibraimi (Radio WOW)

Supervisione Finanziaria: Fabrizio Ceppi

__________________________________________________

13. Le messe in onda

Ogni percorso previsto nel progetto, che darà vita al fil-rouge del tema principale, sarà pianificato a inizio anno nel mese di settembre 2021 e verrà poi messo in onda dagli studi di Radio Gwendalyn in Via Livio 16, Chiasso. Sono sempre presenti i coordinatori del progetto.

Oltre ai percorsi, le radio che costituiscono NETTUNE trasmetteranno, settimanalmente, bi settimanalmente o mensilmente (a seconda della composizione della redazione) in diretta streaming, proponendo trasmissioni e rubriche.

I giorni vengono stabiliti a settembre 2021 e il palinsesto è pubblicato sul sito nettune.ch
A questa offerta da quest’anno si aggiunge anche Radio “pop-up” (vedi punto 5) che realizzerà podcast

specifici che saranno poi pubblicati sul sito nettune.ch e sui i siti di riferimento dei partner coinvolti.

__________________________________________________

14. Durata progetto

settembre 2021 – giugno 2022

__________________________________________________

15. Produzione e contributo proprio

Come descritto nell’allegato budget, il progetto calcola con un valore di 30 CHF per puntata il costo della produzione per uno studente per la preparazione e messa in onda del lavoro svolto, in termini di tempo rappresenta il 100% come contributo proprio nel progetto Nettune.
La produzione del materiale multimediale viene trasformata in lavoro volontario da parte degli studenti.

__________________________________________________

16. Trasferte e spostamenti

Durante il corso dell’anno ci saranno vari spostamenti degli studenti per raggiungere gli studi di Radio Gwendalyn e per recarsi a seguire manifestazioni ed eventi culturali sul territorio.
Durante ogni Percorso che sarà fissato in calendario, 5 studenti si sposteranno da Locarno a Chiasso e da Lugano a Chiasso andata e ritorno per seguire e partecipare alle varie puntate messe in onda presso Radio Gwendalyn in Via Livio 16 a Chiasso.

__________________________________________________

17. Tecnica del Network

Il materiale tecnico del network è aggiornato. Abbiamo in previsione per l’anno 2021/2022 di acquistare altro materiale, necessario alla creazione dello Studio “pop-up”.
Di seguito potete visionare tutto il materiale che acquisteremo durante questa stagione:

●  Studio PopUp:
1 Mixer – (Rode Rodecaster Pro) – costo unitario 545.- Chf 3 Microfoni – (Rode M2) – costo unitario 100.- Chf
3 Cuffie – (AKG K-72) – costo unitario 34.- Chf

●  Materiale per il Network:
3 Portatili – (ASUS VivoBook S13 S330FA-EY129T) – costo unitario 688.- Chf 6 Cavi XLR – costo unitario 25.- Chf.
6 Cavi Jack – costo unitario 25.- Chf.
Vario materiale tecnico.

__________________________________________________

18. Partner

Le domande di finanziamento sono state richieste a :

  • FSRC/SRKS
  • Info Giovani
  • Banca Raiffeisen
  • Banca dello Stato del Canton Ticino
  • Fondazione Del Don
  • Pinacoteca cantonale Giovanni Züst di Rancate
  • Città di Lugano
  • Città di Mendrisio
  • Città di Locarno
  • Scuole Superiori
  • Migros Percento Culturale
  • Coop Cultura
  • AGE Chiasso
  • Fondazione Medacta International Radio Gwendalyn: confermato.

Oltre al supporto indicato nel preventivo, l’associazione Radio Gwendalyn si occupa anche della gestione finanziaria dell’Associazione Analfabeti, coordinato da Fabrizio Ceppi.

__________________________________________________

19. Biografie coordinatori

Chiara Fanetti (giornalista RSI)

Chiara Fanetti (1984, Sorengo) è giornalista culturale. Dal 2002 lavora per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana (RSI). Dopo 15 anni a Rete Tre e 3 a Rete Due, dal 2020 lavora nella redazione di Cult+, magazine culturale online della RSI. Negli anni ha curato programmi dedicati a musica, cinema, creativi svizzeri, scuola e formazione. Da molti anni segue come giornalista ed inviata i maggiori festival cinematografici e musicali in Svizzera ed Europa.

Ha lavorato per il Locarno Film Festival, il Dicastero giovani ed eventi di Lugano, il Laboratorio di cultura visiva della SUPSI. Saltuariamente collabora con alcune testate come Cinebulletin.

È stata giurata per concorsi musicali nazionali (M4Music, Swiss Live Talent, Basler Pop Preis, Premio svizzero di musica), fotografici (Verzasca foto festival) e radiofonici (sonOhr). Dal 2018 è nel comitato di selezione della Semaine de la critique del Locarno Film Festival, dal 2020 del festival di giornalismo d’inchiesta DIG. Cura in collaborazione con il Foce di Lugano una piccola rassegna di documentari.

È moderatrice di incontri culturali (Film Festival dei Diritti umani di Lugano, Pro Helvetia, Arte Urbana Lugano, The Parders, Agorateca, Istituto i2a, Cassi, Verzasca Foto Festival).

Saltuariamente collabora con scuole medie, medie superiori e SUP: presentazioni di film con dibattito, lezioni sui media. Da tre anni partecipa al laboratorio di giornalismo del corso di laurea in comunicazione dell’Università della Svizzera italiana, tenendo lezioni sulla realizzazione di interviste.

Ha collaborato ad eventi musicali della regione (La Tessinoise, Fresh, Roam) e cura presentazioni di progetti editoriali in uno spazio di co-working che ha creato con altri professionisti della comunicazione.

 

Herbert Pacton (Radio Gwendalyn)

Herbert Pacton (1975) è un attore professionista. Dal 2005 lavora e collabora attivamente con Mediaset (Canale 5) in vari programmi televisivi.

Negli anni, ha collaborato con registi Inglesi per la creazione e la formazione di corsi sulla lingua Inglese in chiave comica, metodo tutt’ora usato in moltissime scuole Italiane.

Nell’ambito della comunicazione, dal 2013 lavora nel settore Automotive in qualità di facilitatore e Coach per AMAG Svizzera, tenendo corsi per il settore Sale & After Sale.

Parallelamente segue in qualità di Presidente tutto il lavoro di Radio Gwendalyn ed è speaker presso la stessa Radio nel suo programma sulla musica anni 80 “Seventeen Seconds”.

Homepage: https://www.herbertpacton.com/

 

Fabrizio Ceppi (Giornalista RSI)

Fabrizio Ceppi 1952, giornalista radiofonico e televisivo. Originario di Morbio Superiore ha conseguito la maturità al liceo di Lugano e la laurea in scienze politiche all’Università di Ginevra.
Redattore di notiziari radiofonici nel 1988, l’anno seguente entra nella redazione di “TTT” alla TSI. Passa poi alla redazione di “FAX” che dirige dal 1996 al 1998. Nel 2000 partecipa alla nascita di “FALÒ” dove si occupa delle produzioni di attualità della rubrica. Dal settembre 2004 è stato responsabile del quotidiano di approfondimento radiofonico “MODEM” e dal 2011 dell’Informazione Radio fino al pensionamento nel 2015. Dal 2008 al 2015 è stato presidente dei Corsi di giornalismo della Svizzera Italiana. Nel 2018 entra a far parte del Comitato dell’Associazione di Radio Gwendalyn.

__________________________________________________

20. Partner Radio Gwendalyn

Dal 2018 Radio Gwen è Partner del Progetto Nettune, tramite la sua infrastruttura e in qualità di partner sostiene il progetto a svilupparsi dandogli tutto il supporto multimediale necessario affinché il tutto venga messo in onda e pubblicizzato sul sito Nettune.ch.

Radio Gwendalyn, o Gwen (per gli amici “Gwen”), è stata fondata nel 2005 da Alan Alpenfelt e Stefano Palermo, allora studenti. La radio indipendente si sviluppa come un’esperienza lo-fi senza pretese ma con l’obiettivo principale di trasmettere la musica solitamente assente dalle playlist di stazioni radio pubbliche o private in Ticino. Nel 2009, Radio Gwendalyn continua la sua sacra missione stabilendosi in un garage a Chiasso che diventa rapidamente un luogo di culto per coloro che vogliono convertirsi alla radio “Fai da te”. Nel 2016 Radio Gwendalyn si è trasferita in un nuovo studio in Via Livio 16 a Chiasso, da ottobre 2017 Radio Gwen è entrata a far parte del DAB+ per poter essere ancora più performante sotto l’aspetto di copertura del territorio per le sue trasmissioni.

Radio Gwendalyn è particolarmente desiderosa di promuovere la cultura di nicchia, la musica alternativa. Inoltre, si impegna ad aiutare altre stazioni radio e progetti a svilupparsi autonomamente. Secondo Gwen, la vita è una tragedia bellissima, quindi deve essere raccontata a tutti.

https://www.radiogwen.ch